martedì 11 dicembre 2012

Nuovi regolamenti Federazione Internazionale Judo, discussione aperta

To experiment from the Paris Grand Slam 2013 up to the Rio World Championships (included) the 
following items:

Referee and judges.
Only one referee on the mat and one referee at a video check table with a radio communication assisted by
a referee commission member or another referee will judge the fights. A rotation system will be
implemented for the Referees. The IJF Jury will interfere only when they consider it to be necessary.

Technical assessment 
-IPPON: to give more value «to take into account only the techniques with real impact on the ground on the back».

Landing on the bridge position:
All situations of landing on the bridge position will be considered Ippon.

Penalties
During the fight there will be three Shidos, and the fourth Hansoku-make (3 warnings and then
disqualification).
Shidos do not give points to the other fighter, only technical scores can give points on the scoreboard.
At the end of the fight, if scoring is equal, the one with less Shido wins.
If the fight continues to golden score (due to a draw), the first receiving a Shido loses, or the first scoring a technique will win.

Penalized with Shido:
-Breaking the grip with 2 hands.
-Cross gripping should be followed by an immediate attack. Same rule as for the belt gripping and one side gripping.
The referees should strictly penalize the contestants who do not engage in a quick Kumikata grip or who try not to be gripped by the opponent.
-To hug the opponent for a throw. (Bear hug).

Penalized with Hansoku-make:
All attacks or blocking with one or two hands or with one or two arms below the belt in Tachi-waza.

Osaekomi, Kansetsu-waza and Shime-waza
- Will continue also outside of the contest area as long as Osaekomi was called inside.
- Osaekomi scores 10 seconds for Yuko, 15 seconds for Waza-ari, and 20 seconds for Ippon.
The Kansetsu-waza and Shime-waza initiated inside the contest area and recognized as being effective to the opponent can be maintained even if the contestants are outside the contest area.

Cadets – U 18
Kansetsu-waza authorized for Cadets.

The bow:
When entering the tatami area, fighters should walk to the entrance of the contest area at the same time and bow to each other into the contest area.
The contestants must not shake hands BEFORE the start of the contest.

Duration of Contests
- No time limit for Golden Score (Hantei is cancelled).
..................

Riporto alcuni spunti e perplessità interessanti di un amico:

"Per quel che riguarda i regolamenti, probabilmente li hanno fatti sicuramente per bloccare certe situazioni, però è chiaro che potevano essere strutturati meglio secondo me, bazzicando anche in altri sport, si possono vedere esempi che possono essere modificati ed adattati anche al judo per "migliorare"il lato agonistico/sportivo.


1 - kani Basami ormai per la pericolosità è vietata da tutte le competizioni di lotta comprese grappling e jiu jitsu, chiaramente dipende da come viene tirata ma tant'è-. (il discorso su kani basami è saltato fuori come paragone di azione diventata illecita a seguito di pessimi esecutori, non tanto per la tecnica in sé - ndr)


2-le prese alle gambe:io avrei vietato solo quelle tirate dirette da distanza,quindi senza mettere almeno una mano in presa sul bavero del judogi(quindi kata guruma sarebbe salva)avrei vietato anch'io la presa a mo di grecoromana perchè con il judogi diventerebbe troppo facile, avrei dato anch'io l'ippon quando si fà ponte perchè lo trovo veramente ridicolo.


3 - la presa alla cintura avrei lasciato una limitazione di tot secondi per eseguire una proiezione


4-per quello che riguarda arbitri e ammonizioni non mi esprimo perchè non sono competente in merito


5-assoldato che a quel livello sono delle bestie abominevoli, posso capire il fatto di evitare di rompere la presa con due mani, anchè perchè torniamo all'obiettivo iniziale, ovvero proiettare un avversario non collaborativo ovvero che anche lui abbia le prese su di me.


6-Osaekomi, Kansetsu-waza and Shime-waza
- Will continue also outside of the contest area as long as Osaekomi was called inside.
- Osaekomi scores 10 seconds for Yuko, 15 seconds for Waza-ari, and 20 seconds for Ippon.
The Kansetsu-waza and Shime-waza initiated inside the contest area and recognized as being effective to
the opponent can be maintained even if the contestants are outside the contest area.

ok, questo lo fanno anche in altri sport di lotta vedi bjj e grappling.

Avrei tolto la possibilità di difesa statica a tartaruga ad esempio trovando altri espedienti, in un "ottica"reale(da strada) la tartaruga è un suicidio, inoltre es:entro sporco, non proietto, mi butto a tartaruga...arbitro che interrompe. Questo per me è inconcepibile.

7-non so se chi fa queste regole esca di casa e si guardi attorno, usi internet o guardi la TV, ma gli sport in grandissima ascesa e con grande appeal a livello moderno sono proprio quelli che si combattono anche a terra(bjj e grappling)e togliere di fatto la lotta a terra non farà altro che rafforzare quegli sport rischiando di provocare un esodo di possibili talenti anzichè incentivare ad entrare nel mondo del judo.E' una cosa ridicola, bastava strutturarla meglio e si sarebbe tornati ad avere uno sport spettacolare e completo senza continue interruzioni, ed io non sono convinto che la TV voglia colo certe cose, sennò altre cose non si spiegherebbero,poi magari vengo smentito, ma così si impoverisce il bagaglio tecnico e non è detto che risultino delle gare più televisive o spettacolari,alla fine se uno è forte è forte!
in definitiva:


Delle cose vanno bene,avrei attinto a qualche regolina del sambo e da altri sport di lotta che dal punto regolamentare è studiato OGGI meglio anche per una resa TV."
(Ernesto)

----

Aggiungo il mio modesto parere, per quanto io sia fuori da tempo dall'agonismo e non spinga troppo a riguardo, penso che alcuni di questi provvedimenti siano senz'altro d'aiuto allo spirito del Judo (scoraggiare il ponte dando Ippon, ad esempio, doveva essere acquisita tempo fa al posto della fumosa interpretazione precedente che dava all'arbitro il compito di scoraggiare l'utilizzo dell'azione a ponte).

Non capisco il senso di ridurre i secondi dell'osaekomi, ma soprattutto eliminare completamente le prese alle gambe, che elimina dalla pratica del judo tecniche prima fondamentali. A mio parere si poteva equiparare la presa ai pantaloni a quella in cintura, e sanzionare in caso di "non attacco".


Consci del fatto che questi provvedimenti nascono da anni di eccessiva permissività, speriamo che siano un tampone temporaneo, e che si possa tornare ad un judo più "libero", a patto che nelle palestre e centri sportivi si cominci ad adottare un insegnamento consono...


commentate a piacere, per una traduzione delle parti che non capite chiedete pure.

Marco







Nessun commento:

Posta un commento